Home domenica 29 maggio 2016 Registrazione Login

 il nostro NUOVO calendario Riduci
foto del calendario sap veneto 2013

 Stampa   
 l'agenda 2012 sap veneto Riduci

 Stampa   
 assistenza fiscale Riduci
TutelaFiscale.jpg
I nostri aderenti usufruiscono di una consulenza ed un'assistenza completa e totalmente gratuita per la gestione delle incombenze fiscali personali e familiari: dichiarazione dei redditi, Isee, Ici (quando dovuta) e altra documentazione simile. Servizio estendibile a coniugi, figli, genitori e suoceri.

 Stampa   
 consulenza legale Riduci
Gli iscritti al SAP possono ottenere una prima rapida consulenza legale gratuita inviando i loro quesiti alla mail veneto@sap-veneto.org. Risponderanno i  Capta.jpgprofessionisti dello studio legale convenzionato C.A.P.T.A.
Per conoscere meglio il servizio offerto consultare la pagina CONVENZIONI di questo sito

 Stampa   
 CONVENZIONE Riduci

OTTIMA SOLUZIONE PER LE VACANZE SULLA NEVE: Hotel Alpin - Albert Außerhofer

Val di Fleres - Ladurns 84 39040 Colle Isarco (Bolzano) Tel.: +39 0472 770101

www.hotelalpin.it info@hotelalpin.it

Adiacente alle piste, dotato di area wellness

Tutti i normali servizi ricettivi

Sconto 8% sul listino per gli iscritti SAP

 


 Stampa   
 news Riduci

 Stampa   
 contrasto mobbing Riduci

logo cam pd.jpg

La Segreteria Regionale del Veneto ha stipulato un accordo di collaborazione con il Centro Antimobbing di Padova, organismo specializzato che può fornire tutte le cognizioni necessarie a chi soffre una cattiva condizione nel proprio posto di servizio.

Per avere notizie scrivere a veneto@sap-veneto.org o contattare un responsabile del SAP.



Syndicate   Stampa   
 CONGRESSO REGIONALE 2014 INVITO Riduci
CONGRESSO REGIONALE 2014

 Stampa   
 Image Riduci
CONGRESSO REGIONALE 2014

 Stampa   
 per smartphone e tablet Riduci
Link diretti per scaricare la app:   APPLE IOS: https://itunes.apple.com/WebObjects/MZStore.woa/wa/viewSoftware?id=722751504&mt=8   ANDROID: https://play.google.com/store/apps/details?id=mobione.isapveneto

 Stampa   
 download app Riduci

 Stampa   
 SAP VENETO News Riduci

ASSEMBLEA

Lunedì 21 ottobre alle ore 10.30 nell'Aula Magna del Reparto Mobile di Padova assemblea col personale della provincia con il Segretrario Regionale Gino Balbinot e il Segr. Naz. Dressadore

CONFERENZA STAMPA

Lunedì 14 ottobre 2013 presso la Sala Stampa della Questura di Venezia viene presentata la nuova App iSapVeneto, nuovo utile e ineressante strumento messo a disposizione degli iscritti. Presente il Segretario Nazionale Michele Dressadore

PREPARAZIONE CONCORSO VICE ISPETTORE

Per i nostri aderenti è a disposizione una valida opportunità per prepararsi al concorso interno per la qualifica di Vice Ispettore: al prezzo convenzionato di € 220 (anziché 300) si può iscriversi al corso on line predisposto dall'Istituto Cappellari di Ferrara. Altre informazioni su http://www.istitutocappellari.it/polizia/

MEMORIAL DONATONI LEANDRI

Giovedì 17 ottobre a Rovigo, presso la Polisportiva Tassina, si svolge l'edizione 2013 del Trofeo dedicato ai due colleghi polesani scomparsi in attività di servizio.

RIUNIONE DI SEGRETERIA

Il 19 settembre a Verona si riunisce la Segreteria Regionale per la preparazione di un nuovo servizio che a breve verrà messo a disposizione di tutti gli aderenti all'organizzazione.


Syndicate   Stampa   
 copertina Riduci

 


 Stampa   
 Prima Pagina Riduci


 Stampa   

Alle fasi finali del Cammino, scrive uno dei poliziotti in marcia
<font color="#C0C0C0">Articolo: Christian Foschi è uno dei poliziotti che oggi completerà il Cammino della Memoria, della Verità e della Giustizia facendo tappa a Monte Sant'Angelo dove è in programma il Meeting del Cammino, una serie di eventi a conclusione di questa straordinaria esperienza. Un'esperienza che ha spinto Christian a scrivere una lettera (pubblicata dal Corriere della Romagna) con la quale ha voluto raccontare le motivazioni che lo hanno spinto a partecipare al Cammino tra le quali l'ingiustificato accanimento giudiziario che da sei anni lo stesso vive sulla sua pelle e ricordato come il Caso Narducci.</font><br>

Convenzioni Farlocche della TIM
<font color="#C0C0C0">Articolo: La Segreteria Nazionale del SAP, ha ricevuto diverse segnalazioni dai colleghi della Polizia di Stato, per il malfunzionamento del servizio di telefonia mobile della TIM, su SIM ricaricabili, relative alla Convenzione “TIM to Power”. Sono state riscontrate in molteplici occasioni, delle serie difficoltà nel contattare il servizio clienti, non si sa se per problematiche tecniche o commerciali, il risultato, è stato quello di non riuscire a parlare con gli operatori della Tim per cercare di risolvere il problema. A questo si aggiunge anche, che, alcuni utenti hanno rilevato addirittura un debito economico, condizione ontologicamente inconciliabile con la funzione di SIM ricaricabile (che non dovrebbe consentire l’utilizzo oltre il credito a disposizione). Come se non bastasse, bisogna evidenziare, ulteriori problematiche tecniche relativamente alla Convenzione denominata “Tim TUO”, che può essere attivata solo su SIM Card con profili in abbonamento e permette la fatturazione diretta, da parte di Telecom all’Utilizzatore, dell’importo relativo al Traffico effettuato a carico dell’Utilizzatore. E’stata individuata inoltre da alcuni utenti, l’impossibilità ad utilizzare il “trasferimento di chiamata”, comportando ciò una gravosa difficoltà dell’utilizzo dell’apparecchio ogni qualvolta l’utenza non sia immediatamente raggiungibile ovvero si sovrappongano molteplici chiamate. Si legge infatti nella Convenzione che: “Mediante l’utilizzo del codice 4146, il traffico voce nazionale, internazionale e roaming originato e il traffico SMS nazionale e internazionale verso altre numerazioni mobili sarà considerato Traffico a carico dell’Utilizzatore”. Nello specifico tuttavia non è dato comprendere quale sia la finalità concreta dell’utilizzo obbligatorio del prefisso 4146 e sul punto si domanda espressamente una chiarificazione, ossia in cosa consista specificamente il traffico effettuato “a carico dell’utilizzatore”, poiché allora necessariamente dovrà sussistere anche un traffico a carico dell’Amministrazione e quindi dei parametri precisi mediante i quali individuarlo. Ad ogni buon conto, l’utilizzo del prefisso 4146 appare comunque indiscutibilmente vessatorio e sfavorevole ai danni del consumatore, poiché per accedere alla comunicazione personale occorre attivare ogni volta una procedura tecnica contorta e con tempistiche tali da inibire concretamente un immediato utilizzo dell’apparecchio telefonico, tanto che non è possibile nemmeno il ricontatto immediato del numero chiamante o chiamato.</font><br>

Il SAP di Forlì- Cesena chiede il secondo caricatore per fronteggiare la criminalità organizzata
<font color="#C0C0C0">Articolo: Una battaglia iniziata nel lontano 1999, quella del SAP, a favore degli Agenti in servizio di Volante, per essere dotati del secondo caricatore per le armi individuali. Dopo l’ennesimo gravissimo assalto ad un furgone portavalori, verificatosi il 16 maggio scorso, sul tratto Autostradale dell’A/14 da parte della criminalità organizzata, la Segreteria Generale del SAP di Forlì-Cesena, ha inviato ancora una volta alle Autorità competenti, la richiesta di essere nuovamente dotati del secondo caricatore per le armi in dotazione di reparto per l’uso individuale. Tale problematica, si somma alla più volte lamentata scarsità qualitativa e quantitativa degli strumenti forniti agli operatori di polizia. Il primo problema fra tutti, come già ampiamente denunciato, è l’inidoneità dei giubbotti antiproiettile scaduti o comunque non idonei a contenere un assalto perpetrato con il “kalashnikov” ovvero mitragliatrice AK47. Le conseguenze che ne emergono sono evidenti, poiché in un ipotetico conflitto a fuoco gli operatori della Stradale oltre a non poter indossare l’adeguata protezione balistica per l’assenza o comunque l’inidoneità di giubbotti antiproiettile, non potrebbero nemmeno sostenere un conflitto a fuoco per oltre quindi colpi, in quanto privi del secondo caricatore. Tutte queste carenze, generano negli agenti, uno stato di abbandono e insicurezza, che si riflette negativamente sulla condizione psico-fisica, oltre a comportare concreti rischi sulla propria incolumità. Per tali ragioni, gli agenti, sempre con più frequenza ricorrono con mezzi economici personali a supplire alle inefficienze logistiche dell’Amministrazione, arrivando anche ad acquistare personalmente giubbotti antiproiettile e materiale di ultima generazione, necessario per fronteggiare eventuali attacchi con armi potenti come un kalashnikov Ak47, che i giubbotti oggi in dotazione non sono in grado di fermare. Per combattere la criminalità organizzata, la mafia, la camorra e il terrorismo da parte dei nuovi gruppi jihadisti, bisogna che tutti gli Agenti siano dotati dei giusti mezzi per poter svolgere il proprio lavoro, avendo così maggior capacità operativa e una migliore efficacia della risposta alle sempre più costanti minacce.</font><br>

Riunione per risanare le disparità di trattamento delle Mense sedi disagiate
<font color="#C0C0C0">Articolo: Mercoledì 8 giugno, alle ore 10.00, presso la “Sala Europa” dell’Ufficio Coordianamento e Pianificazione delle Forze di Polizia, si terrà una nuova riunione per trovare un accordo sui problemi già sollevati relativi alle disparità di trattamento per beneficiare della Mensa nelle sedi disagiate. Di seguito le richieste espresse: § E’ stata rappresentata la necessità di corrispondere il Ticket Restaurant giornaliero, anche al personale che, pur in servizio presso una sede provvista di mensa, si trovi oggettivamente impossibilitato ad avvalersene a causa della particolarità ed imprevedibilità del servizio svolto § Viene criticata, in quanto non prevista da alcuna normativa, la negazione del beneficio della mensa obbligatoria, pur ricorrendone i presupposti, qualora il personale usufruisca degli alloggi collettivi nello stesso stabile della sede di servizio § E’ stata segnalata una disparità di trattamento in alcune disagiate per quanto concerne la possibilità di fruire di entrambi i pasti, qualora nella stessa giornata si effettuino turni di servizio coincidenti con gli orari normalmente destinati alla consumazione dei pasti § Giungono soavemente quesiti in merito alla normativa che disciplina il diritto al pasti qualora l’attività di servizio venga svolta in straordinario emergente § Viene richiesta l’elevazione, da 4.65 a 7.00 euro, del valore della convenzione in economia stipulata con esercizi privati di ristorazione per garantire il servizio sostitutivo di mensa obbligatoria, in quanto l’importo di 4.65 euro non consente attualmente di assicurare la consumazione di un pasto completo e dignitosi per il Personale di Polizia § Il controvalore della mensa non obbligatoria di servizio non è adeguato alla vigente normativa § La corrispondenza del buono pasto presso le sedi disagiate. Nonostante sia stata presentata una proposta normativa ad oggi non viene riconosciuto il ticket laddove non venga documentata l’impossibilità a poter diversamente provvedere § Generi di conforto. Valutazione per poter diversamente garantire il beneficio</font><br>

Gianni Tonelli scrive una lettera al nuovo Capo della Polizia (Agenparl)
<font color="#C0C0C0">Articolo: Il segretario generale del sindacato di polizia Sap, Gianni Tonelli, ha scritto una lettera al prefetto Franco Gabrielli, dal titolo “Abbasso il N.I.M.B.Y – Not In My Back Yard”, che si apre con la citazione di Tommaso Moro che il nuovo capo del Dipartimento di pubblica sicurezza ha menzionato nel suo discorso di insediamento.</font><br>

ABBASSO IL N.I.M.B.Y. -Not In My Back Yard-
<font color="#C0C0C0">Articolo: “Signore dammi la forza di cambiare le cose che possono essere cambiate, la pazienza per sopportare quelle che non possono essere cambiate ma soprattutto l’intelligenza di sapere riconoscere e distinguere le une dalle altre” CAPO, siamo molto contenti del fatto che Lei, durante il suo discorso di insediamento, abbia più volte sottolineato la necessità di puntare al cambiamento. Con grande piacere abbiamo preso atto di quelli che sono i contenuti del suo intervento e soprattutto, del fatto che anche secondo Lei, ci sono tante cose da cambiare. Il fatto che Lei voglia portare una grande trasformazione significa che il quadro della P.S. che noi abbiamo additato in negativo più e più volte ha un fondamento reale. Se le cose andassero bene il cambiamento non sarebbe necessario. Invece no. Facendo riferimento alla frase di Tommaso Moro da Lei citata, desidero rilevare che il Direttore Generale della Pubblica Sicurezza è una delle persone più influenti, con maggiore potere, autorevolezza e autorità nel Paese. Per questo sono certo che le cose, se questo è il suo reale intendimento, muteranno; un percorso agevolato dalla credibilità che la sua persona si è creata sia nello schieramento di maggioranza che, ho personalmente riscontrato, tra i soggetti dell'opposizione. Lei avrà la possibilità di fare tanto e allora ci attendiamo tante cose, perché molto può essere cambiato e deve essere cambiato. Segnalo però la presenza di alcuni MACIGNI sulla strada che vanno immediatamente rimossi. E' vitale dare qualche immediato segnale di cambiamento perché una delle partite più grosse e difficili che Lei si troverà a giocare, sarà quella sul recupero della FIDUCIA del personale. Purtroppo questo sarà uno dei compiti più ardui e patrimonio della pesante un'eredità che la gestione precedente le ha lasciato. Il personale è totalmente sfiduciato. Suonerebbe a provocazione dire che basta fare un sondaggio: si capisce dai social. I poliziotti non hanno più fiducia nell’Amministrazione. Logica conseguenza di tanti fatti. Come, ad esempio, le persecuzioni disciplinari, l'abbandono nelle fauci del Partito dell'Antipolizia, le decennali e frustrate aspirazioni di carriera, la gestione dell'ultimo concorso intero da Ispettore oppure colleghi che a 56 anni, per un grado da Sovrintendente devono essere trasferiti a centinaia di chilometri da casa a 4 anni dalla pensione, ecc., ecc., ecc. ...... Sono follie. Follie di chi non sa cosa significa amministrare il personale. Perché amministrare il personale significa primariamente tenere in considerazione le esigenze dello stesso, per cercare di conciliarle i doveri di servizio con quelli familiari e personali. Perché prima di pretendere una prestazione è indispensabile mettere le persone nelle condizioni di poterla offrire e con la giusta motivazione e con le minori ricadute negative. Qualcuno deve imparare a capirlo. E’ facile essere armati da pavonesca motivazione dirigenziale su uno scranno di comando da 4-5 mila euro a mese mentre è molto più difficile trovare positivi stimoli sulla strada con 1300 euro al mese quando si è considerati numeri abbandonati al proprio destino e sputi. C’è un popolo di Poliziotti che vuole servire il proprio Paese ma vuole essere messo nelle condizioni di poterlo fare. Significa essere dotato del giusto equipaggiamento, della giusta formazione, della giusta motivazione, delle giuste certezze e del necessario sostegno. Parlare di cambiamento, come ha fatto Lei, significa avallare le nostre tesi, comprende il nostro malcontento e interpretarlo con la dovuta consequenzialità. Al contrario, noi fino ad oggi ci siamo scontrati contro un muro di conservatorismo peloso, carrierista, individualista e a volte immorale. Il nostro desiderio di cambiamento è più che giustificato. Lei di cose ne può cambiare tante, quindi ci aspettiamo che lo faccia veramente. BENVENUTO CAMBIAMENTO e ABBASSO il N.I.M.B.Y. (Not In My Back Yard)</font><br>

Il Cammino della Memoria, della Verità e della Giustizia giunge in Puglia
<font color="#C0C0C0">Articolo: Il lungo pellegrinaggio organizzato dal Sindacato Autonomo della Polizia, finalmente è arrivato in Puglia. Mancano pochi chilometri per raggiungere la tappa finale a Il 28 maggio, il “Cammino della Memoria, della Giustizia e della Verità”, giungerà alla sua ultima tappa, e raggiungerà dopo quattrocento faticosissimi chilometri Monte S. Angelo. All’Auditorium “Beato Bronislao Markiewicz”, nel Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo, si svolgerà il “Meeting del Cammino” . La giornata si aprirà con la celebrazione della Santa Messa, alle ore 11, presso la Grotta di San Michele Arcangelo. Subito dopo la celebrazione, arriveranno i tedofori con la Fiaccola della Memoria. Alle 12:15, il segretario generale del SAP, Gianni Tonelli, salirà sul palco per salutare e ringraziare tutte le Istituzioni presenti. Si proseguirà poi, con un concerto lirico, con la straordinaria partecipazione del soprano Manuela Kriscak, accompagnata dal maestro Nicola Pascoli.</font><br>

Il Sap della provincia di Pordenone, ha segnalato al leader della Lega nord Matteo Salvini altri problemi inerenti la sicurezza
<font color="#C0C0C0">Articolo: I problemi denunciati dal Sindacato Autonomo della Polizia della provincia di Pordenone non riguardano soltanto il terrorismo e i migranti, ma anche la grave carenza di personale in servizio in questura, alla Stradale e alla Postale.</font><br>

Friuli Venezia Giulia. Confini, il SAP sferza Alfano: serve più personale di Polizia
<font color="#C0C0C0">Articolo: Il Segretario Regionale del Friuli Venezia Giulia Olivo Comelli attacca il Ministro dell'Interno Alfano e allo stesso tempo lancia un appello al Viminale chiedendo che vengano destinati più uomini ai controlli di confine e che venga creato un centro di identificazione che permetta verifiche più veloci sui richiedenti asilo facilitando anche le procedure di espulsione.</font><br>

Il SAP di Udine denuncia: «Lotta al terrorismo con quattro ore di corso»
<font color="#C0C0C0">Articolo: Dopo gli attacchi terroristici di Parigi e Bruxelless, il Ministero ha formato 200 operatori in tutta Italia con un corso di quattro settimane, e un nucleo è operativo a Trieste. Per tutto il resto del personale «una giornata di aggiornamento professionale in sede, con un pò di slide e l'abc del poliziotto». Le denunce del Segretario Provinciale di Udine Alessia Mazzolini e del Segretario Regionale Friuli Venezia Giulia Olivo Comelli.</font><br>

Trieste. Giovanardi si schiera con il SAP per tutelare gli Agenti
<font color="#C0C0C0">Articolo: “La sicurezza dei poliziotti per la sicurezza dei cittadini” Durante la conferenza stampa odierna, organizzata da sindacato Autonomo della Polizia, l’ex ministro Carlo Giovanardi ha esordito dicendo che «Poliziotti, Carabinieri e Finanzieri, oltre che essere penalizzati sotto il profilo economico, ogni volta che devono esporsi, invece di incontrare la solidarietà della politica e delle istituzioni sono criminalizzati. Se poi passerà, come potrebbe accadere - ha aggiunto inoltre che - la norma che prevede il reato di tortura, la situazione per le forze dell’ordine precipiterà. Se noi impediamo loro di reagire anche alle aggressioni - ha continuato - viene meno il diritto alla sicurezza, che invece deve essere garantito a tutti i cittadini. Trovo poi inaccettabile che il governo non trovi il tempo - ha concluso Giovanardi - per ricevere i sindacati delle forze dell’ordine». Il segretario provinciale del SAP di Trieste, Lorenzo Tamaro, ha spiegato che «per garantire la sicurezza è necessario che le forze dell’ordine abbiano a disposizione le tutele normative e gli strumenti e le dotazioni indispensabili per il loro servizio”. Chiediamo perciò - ha concluso Tamaro - equipaggiamenti adeguati, addestramenti e garanzie normative». La domanda da porsi è «chi difende i difensori?»</font><br>

Continua l’assordante silenzio da parte della Dirigenza della Polizia Stradale di Pescara sulle dotazioni di sicurezza che non vengono fornite agli Agenti per svolgere il proprio lavoro
<font color="#C0C0C0">Articolo: Ancora una volta, siamo costretti a denunciare il grave comportamento della Dirigenza della Polizia Stradale di Pescara. La stessa Dirigenza che poco più di un anno fa, comandava ai suoi uomini di pattuglia - che avevano in dotazione un solo ed unico giubbotto antiproiettile per due operatori – di andare in strada ad affrontare la criminalità organizzata, disattendendo qualsiasi protocollo ministeriale sulle tecniche operative.e#8232; Purtroppo, il 26 aprile scorso, ci siamo trovati davanti alla medesima ed incresciosa situazione. Una pattuglia della Sottosezione di Pescara Nord, è riuscita ad intercettare il mezzo di fuga di un comando di banditi, che, all’altezza del 384 Km dell’A/14, aveva tentato un assalto per rapinare un furgone portavalori della ditta SicurAquila, con tanto di armi da guerra. I malviventi sono stati messi in fuga dal provvidenziale intervento di un’altra pattuglia della Polizia Stradale di Vasto (CH), che è rimasta così bersaglio dei banditi, che per guadagnarsi la fuga, non hanno esitato ad aprire il fuoco con armi da guerra contro quei poliziotti. Il SAP invita ,  chi di dovere ad avviare il prima possibile la procedura dei “pari”, a tutela di tutti i colleghi coinvolti  che, oltre ad avere svolto con efficienza ed efficacia il loro operato, mettendo in fuga il comando dei banditi armati, hanno “REGALATO”,  con estrema generosità, ampio lustro all’immagine della Polizia di Stato con grande risonanza nazionale e mediata che ha avuto tale episodio criminoso, oltre al meritato e legittimamente atteso riconoscimento premiale con il Questore di Chieti, dr. Feltrinelli.</font><br>

Il Sindacato Autonomo di Polizia si esprime sull'emergenza migranti a Ventimiglia
<font color="#C0C0C0">Articolo: Centro migranti di Ventimiglia, SAP: “Alfano ha chiuso il centro; peccato che la situazione non sia cambiata e ora gravi sul Commissariato di P.S. e i cittadini” Il Segretario Provinciale di Ventimiglia, Stefano Cavalleri si esprime riguardo alla tragica situazione dei migranti nella sua città. La realtà in Ventimiglia è estrema; in due giorni sono arrivati oltre cento migranti via treno ed in un solo giorno la Caritas e la Croce Rossa hanno servito duecento pasti. Oltre all’imminente e incessante flusso di migranti, la Polizia di Stato deve fare i conti con luoghi di lavoro che versano in condizioni precarie a causa di un immobile che da anni non riceve un adeguato mantenimento strutturale, all’insufficienza di personale aggregato qualificato in materia di immigrazione, alla marea di atti formali correlati al fermo delle centinaia di migranti presenti sul territorio, oltre ai possibili rischi sanitari e ad imprevisti di ogni genere che costringono i locali poliziotti a dover gestire, come possono, l’attività straordinaria di polizia e, con non comune senso del dovere, assicurare sempre e comunque anche quella ordinaria.</font><br>

13.000 NUOVI GAP. Un successo unicamente targato SAP
<font color="#C0C0C0">Articolo: Anni di battaglie, denunce, proteste e relative censure pesantissime con ritorsioni che hanno colpito, ma non certo affondato, il SAP. Reclami per adeguare il livello di protezione dei nuovi GAP alle minacce attuali, sempre più spesso portate avanti con fucili d’assalto, iniziano a dare dei risultati. Questo risultato è dovuto solo ed esclusivamente agli sforzi derivati dalle nostre battaglie. Il Ministero dell’Interno, ha appena comunicato la contrattualizzazione di 13.000 giubbotti antiproiettile ad uso sterno per completare il rinnovamento e la sostituzione di quello in uso. Al momento sono in corso di distribuzione – come si legge nella nota ministeriale – i GAP necessari agli Enti del Lazio, della Lombardia e della Calabria per un numero complessivo di circa 3.000 unità. Nel corso delle prossime settimane, la ditta di fornitura Grassi, consegnerà ai Centri Raccolta di competenza i manufatti necessari a soddisfare le esigenze degli Enti della Sardegna, dell’Emilia Romagna, della Sicilia, della Liguria, del Piemonte, della Valle D’Aosta, delle Marche, della Toscana, dell’Abruzzo e dell’Umbria per un totale di 5.000 unità. Il Sindacato Autonomo della Polizia ricorda, che rimane sempre in attesa della dovuta risposta alla nota con cui ha richiesto l’acquisto di idonee lastre protettive da collocare nelle tasche anteriori e posteriori. Il tutto al fine di adeguare il livello di protezione dei nuovi GAP alle minacce attuali, sempre più spesso portate avanti con fucili d’assalto dotati di munizioni cal. 7,62 o cal. 5,56, con elevato potere di penetrazione. Col medesimo documento il SAP, ha chiesto di conoscere se in fase preliminare d’indizione della gara, al momento della valutazione dei costi, sia stato svolto un esame comparativo prendendo in considerazione l’opzione di acquisto di GAP di categoria superiore. Sempre al fine di resistere al munizionamento esploso da armi lunghe. Inoltre il Sindacato autonomo di Polizia vuole sapere se sia stata valutata l’effettiva economicità dell’operazione rispetto al risultato da conseguire, ovvero sia più vantaggioso aggiungere delle piastre a dei GAP ordinari oppure acquistarne sin dall’inizio altri con già idonea resistenza alla maggiore offensività dell’armamento cui possono essere esposti gli operatori. La domanda è una sola, sono o non sono idonei questi GAP a fermare i colpi d’arma lunga?</font><br>

Concorsone Pasticcione. In onda la seconda puntata relativa ai possessori di patentino bilingue
<font color="#C0C0C0">Articolo: Continua la vibrante polemica sulla pubblicazione del decreto e delle graduatorie relativi al 2009 del famoso CONCORSONE PASTICCIONE. La pubblicazione degli esiti, risulta evidentemente influenzata dalla sentenza del Consiglio di Stato emessa lo scorso 6 maggio. Oltre ai problemi già sollevati dal SAP, riguardo le gravi anomalie sulle modalità di assegnazione del personale vincitore del concorso per l’assegnazione di 7.563 posti per Vice Sovrintendenti, ora ne subentrano altri relativi alla nota vertenza sulla tipologia di attestato di bilinguismo utile per l’accesso alla riserva di posti. A questo punto, molte fra le diverse posizioni venutesi a creare – chi per effetto della delibera dovrebbe rientrare in graduatoria, chi dovrebbe invece uscire, chi ha già concluso l’iter formativo ma rischia l’estromissione, chi è alla metà del guado, e altre ancora - lamentano l’incertezza della sorte cui andranno incontro. Tutto ciò, senza che, la Direzione Centrale per le Risorse Umane fornisca la benché minima informazione sugli orientamenti o sullo stato delle decisioni, cosa che certamente nuoce a chi rappresenta il personale, vista la conclamata mancanza di trasparenza e chiarezza, e naturalmente ai diretti interessati. Il Sindacato Autonomo della Polizia, come tutti gli interessati, rimane in attesa di un urgente riscontro.</font><br>

Movimenti Questori e Dirigenti
<font color="#C0C0C0">Articolo: In area riservata disponibili le veline dei movimenti dei funzionari datate 25 maggio 2016 e dei movimenti dei funzionari del periodo Gennaio - Aprile 2016</font><br>

164° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. Una festa tinta di speranza.
<font color="#C0C0C0">Articolo: Oggi, 25 Maggio 2016, si è celebrata la festa della Polizia di Stato alla Caserma Ferdinando di Savoia compendio Castro Pretorio. Al di là dei convenevoli della retorica istituzionale, oggi, questa festa è all'insegna den nuovo Capo della Polizia di Stato che avrà il compito di cancellare gli effetti devastanti sul morale della comunità interna, cagionati dalla vecchia gestione. Per questo motivo gioire è sperare.</font><br>

Decreto rettifica graduatoria concorso 7563 Vice Sovrintendenti.
<font color="#C0C0C0">Articolo: Nell'area riservata è possibile visonare il decreto di rettifica della graduatoria del concorso per 7563 Vice Sovrintendent.i</font><br>

Calendario prove preselettive concorso Vice Ispettori 320 posti
<font color="#C0C0C0">Articolo: All'interno è possibile visionare il calendario delle prove preselettive del concorso per 320 posti Vice Ispettori che avrà luogo alla Nuova Fiera di Roma dal 11 al 22 luglio 2016</font><br>

Dall' 11 al 22 LUGLIO si svolgerà il concorso pubblico per 320 posti da Vice Ispettori
<font color="#C0C0C0">Articolo: Come si apprende da indiscrezioni provenienti dal Dipartimento della polizia di Stato, le prove preselettive per i circa 128.000 candidati per diventare Vice Ispettori, non si svolgeranno più dal 14 al 24 giugno, bensì saranno effettuate dall’ 11 al 22 LUGLIO. Le modalità e la sede rimangono invariate. Le prove si svolgeranno alla Fiera di Roma e si articoleranno nel seguente modo: 6000 di mattina e 6000 nel pomeriggio. Entro la fine di questa settimana sarà pubblicato il nuovo calendario delle prove.</font><br>
 Media Riduci
Inchiesta del Giornale (ediz. nazionale) e intervento del SAP di Rimini con il Segretario Provinciale Tiziano Scarpellini.
Sap sul giornale

 Stampa   
 Image Riduci

 Stampa   
 Piccolo Prestito Personale Riduci
Prestito Personale COMEVOGLIO rivolta agli associati del SAP di Padova
Prestito Personale COMEVOGLIO rivolta agli associati del SAP di Padova

 Stampa   
 Convenzione Polizia Postale e delle Comunicazioni, incontro Riduci
􀀦􀁒􀁐􀁈􀁙􀁒􀁊􀁏􀁌􀁒
Questa comunicazione è un Messaggio Pubblicitario con finalità promozionale che presenta un’offerta di Prestito Personale. L’offerta pubblicizzata è subordinata all’approvazione da parte
di Findomestic Banca S.p.A. ed è valida dal 18/02/2015 al 31/12/2015. Tale proposta non è utilizzabile se il finanziamento è finalizzato a viaggi o per l’estinzione di altri finanziamenti
Findomestic in corso.
La promozione in oggetto prevede le seguenti condizioni economiche: • Importo totale del credito 10.000 􀂼. Importo finanziato 10.000 􀂼 da rimborsare in 84 rate da 152.00 􀂼 Tan fisso
7,46% Taeg fisso 7,21%, 0 􀂼 di spese di istruttoria pratica, importo totale dovuto dal consumatore 12.768.00 􀂼. Taeg massimo applicabile in funzione dell’eventuale esercizio cambio rata e
salto rata 7.46%. Gli esempi sopra riportati non presentano eventuali premi assicurativi.
I Prestiti Personali presentano inoltre i seguenti costi accessori: • Imposta di bollo / sostitutiva 0 􀂼. • Spese di incasso e gestione rata 0 􀂼. • Spese per comunicazioni periodiche 0 􀂼.
Le condizioni dell’offerta di Prestito Personale sono valide solo se espressamente richieste. Al fine di gestire le tue spese in modo responsabile e di conoscere eventuali altre offerte
disponibili, Findomestic ti ricorda, prima di sottoscrivere il contratto, di prendere visione di tutte le condizioni economiche e contrattuali, comprese quelle relative alle opzioni di cambio rata e
salto rata (attivabili dopo aver rimborsato le prime 6 rate), facendo riferimento alle Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori (IEBCC) presso tutte le succursali di Findomestic
Banca S.p.A.

Vieni a trovarci a Rovigo in v.le tre martiri 12/Users/Alessandro/Desktop/SAP PDCome voglio.pdf

Syndicate   Stampa   
 POSTALE - SAP Newsletter Riduci

 Stampa   
 Events Riduci

Visualizza MeseVisualizza Mese  Visualizza SettimanaVisualizza Settimana  Elenco EventiElenco Eventi    Stampa   
Dichiarazione per la Privacy Condizioni d'Uso Home |-:-| Struttura |-:-| Documenti |-:-| Archivio news |-:-| Convenzioni
Copyright (c) 2008